Comunicato stampa: Laureati e Professori universitari chiedono la modifica della Legge di Bilancio

LEGGE DI BILANCIO: MAESTRI LAUREATI E PROFESSORI UNIVERSITARI CHIEDONO MODIFICA DELL’EDUCAZIONE MOTORIA NELLA SCUOLA PRIMARIA


È ormai imminente la discussione in Parlamento della legge di bilancio e fra i temi sul tavolo del confronto figura sicuramente l’educazione motoria nella scuola primaria. L’articolo 109 che delinea l’affidamento dell’insegnamento di educazione motoria a docenti specialisti è stato oggetto di critiche non solo dai maestri laureati in Scienze della Formazione Primaria, ma anche dai coordinatori del corso di laurea, che da oltre vent’anni, forma i docenti delle scuole dell'infanzia e primaria. Fonte di preoccupazione è anche un impianto della legge che, se non modificato, aprirà la strada a una non auspicabile e dannosa "secondarizzazione" della scuola primaria.

Le principali note dolenti evidenziate dai maestri e dagli accademici riguardano il lato pedagogico e didattico della riforma.


In primo luogo, gli specialisti di Scienze motorie mancano di adeguate competenze didattico-pedagogiche nella fascia d’età 6-11 anni ed è necessario che lo specialista sia sempre affiancato dall'insegnante di classe, in compresenza, affinché venga garantita la progettazione e l’attuazione di una didattica interdisciplinare e inclusiva.

Vanno garantite, quindi, sempre le compresenze con gli insegnanti di classe.


In secondo luogo, si sottolinea l’inopportunità di creare una classe di concorso per l’insegnamento di una specifica disciplina. Un articolo di una legge di bilancio non può stravolgere l’impianto di formazione e abilitazione all’insegnamento nella scuola primaria.

Da oltre vent’anni per insegnare nella scuola primaria bisogna essere laureati in Scienze della Formazione Primaria oppure avere conseguito un diploma magistrale ante 2001/2002.

Il possesso di una laurea magistrale abbinata ai 24 CFU, modello che sta per essere abbandonato dallo stesso Governo, non può essere considerato adeguato a fornire una formazione per l’insegnamento nella scuola primaria, sia per impianto, sia per contenuti.


I maestri laureati e i professori coordinatori dei corsi di laurea in Scienze della Formazione Primaria chiedono al Parlamento di dare ascolto alle osservazioni di chi da anni si occupa di istruzione e di educazione nella scuola primaria e di modificare l’articolo 109 della legge di bilancio, sulla base degli emendamenti presentati.


Potete trovare il comunicato anche su Orizzontescuola.it




50 visualizzazioni0 commenti